Spartani, ieri abbiamo ricevuto il nostro primo Trofeo, forse sarà il più importante, perché racchiude un alto valore simbolico per Noi e per chi ha consegnato il premio, l’associazione ” I Sedili di Napoli Onlus” nella figura del presidente Dott. Giuseppe Serroni.


Il trofeo rappresenta la sirena Partenope, venerata nell'antichità come dea protettrice dal cui Mito partono le origini di Napoli, trofeo realizzato dalle mani dei Maestri Ferrigno Giuseppe e Marco di San Gregorio Armeno.

Abbiamo conquistato questo trofeo partecipando alla Lampadoforia 2017 tenutasi a Napoli il 16 settembre, in occasione della rievocazione della fondazione di Napoli da parte dei Greci.

Particolarmente apprezzata è stata la volontà del Presidente Dott. Giuseppe Serroni di venire a Taranto a consegnarci il trofeo nel migliore contesto possibile le “Giornate Elleniche di Taras” in presenza del Presidente della Società Filellenica Italiana, prof. Marco Galdi e il vicepresidente della comunità Ellenica di Taranto Antonis Georgopoulos.

Da sinistra Dott.Giuseppe Serroni, Antonis Georgopoulos, Ikkos Atleti Taranto, Prof. Marco Galdi.
Da sinistra Dott.Giuseppe Serroni, Antonis Georgopoulos, Ikkos Atleti Taranto, Prof. Marco Galdi.

Occasione ghiotta per ricambiare con un piatto artigianale #IKKOS realizzato dei Ceramisti di Grottaglie che custodiscono l antica arte dei vasai Tarantini.

 


Questo trofeo ha per noi e per i nostri atleti un triplice significato:

Rappresenta, simbolicamente, il riconoscimento della nostra identità sportiva, Spartana e Magno Greca pienamente Tarantina. Identità centrata nel mito di Icco, a lui e alle sue conquiste Sportive si ispira. La disciplina di Icco, anticipo le evidenze scientifiche di oggi a riguardo dell alimentazione e delle conseguenze di esse sul salute e le prestazioni sportive, permise a molti Spartani Tarantini di primeggiare nelle Olimpiadi fa pietra portante.

Rappresenta la nostra vittoria sportiva, conquistata arrivando primi a tagliare il traguardo grazie ad Angelo Saulle che ha rimontato il gruppetto di testa superando tutti al traguardo, in una gara entusiasmante nei vicoli di Napoli vecchia. Una gara pari a quella che facevano gli antichi Greci correndo con la torcia, azione rappresentata nel nostro logo presente sulla canotte e che innumerevoli complimenti ci ha portato in quelle giornate. Canotta di cui siamo orgogliosi, grazie al lavoro fatto da Saverio De Florio socio fondatore della Ikkos e presidente dell’associazione “Nereidi di Taras - Ass. Neopolites”.

Rappresenta una nota di merito a noi stessi, alla nostra volontà ed alla nostra voglia di fare. Nessuno si aspettava di dover partecipare a questa gara, ma in pieno spirito spartano abbiamo issato i nostri scudi ed in meno di 48 ore abbiamo messo insieme una rappresentanza pronta a gareggiare. Non è stato semplice superare tutte le difficolta organizzative, chiedere agli atleti di lasciare le loro famiglie, percorre tanti km per giungere Napoli, e qui va un ringraziamento particolare allo sforzo fatto da Antonella Stani che con la sua opera a reso possibile la trasferta.


Un plauso va fatto infine anche a Gabriella Crocco coraggiosa e disponibile
ha partecipato ad un evento sportivo/culturale,
che necessitava di almeno 4 partecipanti, anche se appena iscritta alla Ikkos.


Ikkos Atleti Taranto vuole essere uno strumento che agevola e valorizzare il primato dello Sport espresso dai nostri antenati, strumento che aiuta tutti gli sportivi dallo spirito Spartano a superarsi offrendo tutto il necessario per agevolare il cammino evolutivo sportivo e aggregativo, rafforzando l'etica e il rigore morale, l’autostima che cresce in ognuno di noi nel superare i nostri limiti qualunque essi siano, un modo di vivere la Spartanita proiettata nella parte più esistenziale dell’individuo.